Catania-Ternana 0-0, Cronaca e Tabellino: Peccato per il rigore, ma gioco e cuore

By
Pubblicato: 16:54 - 23 Febbraio, 2020


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.

Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi
Il Catania pareggia contro la Ternana al termine di una gara, l’ennesima, giocata comunque a buon livello. Primo tempo che si apre con la Ternana pericolosa in avanti, più smaliziata nel confronto: dopo dieci minuti cresce il Catania, grazie anche all’iniziativa di Kevin Biondi, schierato sulla trequarti dietro Beleck prima punta. Buone le iniziative sulla corsia di sinistra guidate dal solito Pinto, rivitalizzato dalla cura Lucarelli. E dietro? Dietro ottima prova di Silvestri, a riprova della compattezza ritrovata anche con Mbende. Sfida che si accende alla mezz’ora: Pinto entra in area di rigore e viene steso, il direttore di gara indica il dischetto. Sul pallone va Andrea Mazzarani che calcia alla destra di Iannarilli, bravo a respingere la sfera in angolo. Nel finale Ternana pericolosa prima con Palumbo, poi con Paghera, ma all’intervallo si va negli spogliatoi sullo 0-0. La ripresa si apre con i due gialli per Vicente e Di Molfetta, ma il match cambia volto. Squadre più bloccate e lunghe, e secondo tempo che vive poche emozioni. Una delle poche, quella capitata sui piedi di Calapai nel finale, alta di poco. Match che finisce con il risultato di 0-0.

CRONACA:

PRIMO TEMPO:

4’ – Prima occasione per la Ternana: Ferrante si libera al limite e serve Partipilo in mezzo, bravo Furlan a bloccare il tiro di prima intenzione.

10’ – Catania pericoloso: Pinto corre sulla fascia, rientra sul destro e fa partire un cross che per poco non fa male a Iannarilli.

24’ – Ci prova la formazione rossazzurra: Di Molfetta, spostato a sinistra, rientra sul destro e prova una conclusione deviata in angolo da Iannarilli.

30’ – CALCIO DI RIGORE PER IL CATANIA. Pinto entra in area e vie è atterrato: il direttore di gara indica in maniera decisa il dischetto del rigore.

31’ – PARATA DI IANNARILLI: il portiere della Ternana in tuffo respinge il rigore di Mazzarani.

33’ – Reazione Ternana: Palumbo si libera bene e prova la conclusione insidiosa, Furlan devia in angolo.

39’ – Altra occasione per la Ternana: cross di Palumbo per Paghera che si inserisce con i tempi giusti sfruttando il movimento avversario, ma il suo tiro finisce alto.

SECONDO TEMPO:

49’ – Primo giallo del match: sgambetto di Vicente, ammonito dal direttore di gara.

55’ – Primo cambio nel Catania: esce Mazzarani, al suo posto entra Curcio.

58’ – Secondo giallo del match: ammonito Di Molfetta per protesta.

61’ – Doppio cambio per il Catania: escono Vicente e Di Molfetta, entrano Welbeck e Capanni.

70’ – Quattro cambi nella Ternana: escono Celli, Furlan, Proietti e Partipilo, entrano Verna, Marilungo, Torromino e Sini.

78’ – Doppio cambio per il Catania: escono Biondi e Salandria, entrano Manneh e Biagianti.

83’ – Il Catania attacca: buona traccia di Manneh che serve Calapai che, sulla corsa, prova la botta con il destro, alta di poco.

83’ – Ultimo cambio per la Ternana: esce Ferrante, entra Vantaggiato.

86’ – Cartellino giallo per Welbeck, entrato in gamba tesa su Marilungo.

TABELLINO:

FORMAZIONI:

CATANIA (4-2-3-1): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto; Salandria (dal 78’ Biagianti), Vicente (dal 61’ Welbeck); Di Molfetta (dal 61’ Capanni), Biondi (dal 78’ Manneh), Mazzarani (dal 55’ Curcio); Beleck. IN PANCHINA: Martinez, Esposito, Marchese, Di Grazia, Biagianti, Welbeck, Dall’Oglio, Manneh, Barisic, Curcio, Rossitto, Capanni. ALL. Cristiano Lucarelli.

TERNANA (4-3-2-1): Iannarilli; Parodi, Russo, Bergamelli, Celli (dal 70’ Verna); Paghera, Proietti (dal 70’ Torromino); Palumbo, Furlan (dal 70’ Marilungo), Partipilo (dal 70’ Sini); Ferrante (dall’83’ Vantaggiato). IN PANCHINA: Tozzo, Diakitè, Mucciante, Sini, Mammarella, Verna, Damian, Marilungo, Vantaggiato, Torromino. ALL. Fabio Gallo.

MARCATORI:

AMMONITI: 49’ Vicente (C), 58’ Di Molfetta (C), 86’ Welbeck (C)

ESPULSI:

ARBITRI: Mario Vigile (Cosenza); Paolo Laudato (Taranto), Claudio Barone (Roma 1).