Cessione Catania: la cordata pronta a mostrarsi, ma c’è un…

By
Pubblicato: 09:33 - 15 Gennaio, 2020


Attilio Scuderi

DIRETTORE

Giornalista catanese, direttore della redazione, esperto di tecnica e tattica.
Numerose le esperienze nazionali con Skysport24, Sportitalia e Radio Kiss Kiss.
Le esclusive di Calciomercato sono il suo valore aggiunto. Oggi volto della nota trasmissione sportiva regionale Salastampa su "Antenna Sicilia". Punto d riferimento del panorama rossazzurro grazie ad una conduzione schietta, diretta e concreta.
Attilio Scuderi

Sette giorni, questo il termine che era stato dato dall’ultimo comunicato del Comitato che rappresenta la Cordata interessata all’acquisto del Catania Calcio. Da quel 10 gennaio, sono passati cinque giorni, ma Paladino e Castelli, figure che rappresenteranno la cordata in termini di trattativa, sono pronti ad inviare tutte le richieste che la società rossazzurra ha fatto. Potrebbero infatti arrivare, entro le prossime ore e con largo anticipo rispetto ai sette giorni di cui parlavamo in precedenza, le credenziali bancarie, la nomina di un Advisor, con l’elenco degli investitori interessati a rilevare il pacchetto delle quote della società etnea.

Attenzione però, perché da quel momento le carte verranno scoperte: sul tavolo le garanzie in termini di denaro e prospettiva, ma anche i debiti reali e non supposizioni o altro. La reale condizioni di deficit patrimoniale potrebbe anche essere un problema, qualora venisse fuori una situazione debitoria ben più intricata rispetto, ai noti, ingenti debiti come riporta oggi la Gazzetta dello Sport. Per di più, da non sottovalutare, i movimenti che seguiranno, da parte dei commissari nominati, per il caso Meridi che potrebbe secondo quanto raccolto dalla nostra redazione anche influenzare la stabilità della trattativa stessa.

Altro tassello legato al gioco delle parti da sempre messo davanti in situazioni del genere: volontà nel dare fiducia e nel sedersi al tavolo delle contrattazioni e altro aspetto il lavoro sotto banco legato alla cessione nella ricerca di un eventuale acquirente interessato, che possa magari lasciare inalterato l’attuale composizione dei vertici societari.