Due gol in due partite: “argento vivo” segna e convince

By
Pubblicato: 10:20 - 28 Agosto, 2017
L'ex attaccante del Trapani, Davis Curiale, passato adesso al Catania


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

“Argento vivo” segna e convince. Di chi si tratta? Ovviamente di Davis Curiale. L’attaccante rossazzurro, in questa prima parte di stagione, ha dimostrato di avere un notevole feeling con la rete ed una fame invidiabile. Due gare ufficiali e due gol per il centravanti proveniente dal Trapani, titolare nella prima di campionato con il Fondi e sempre pronto a trovare la zampata vincente. Del resto lo aveva detto lui stesso in conferenza stampa: “a volte non mi faccio vedere per tratti del match, poi mi faccio trovare pronto per la rete”. Ed è stato così, sabato ha disputato un primo tempo non indimenticabile, ma ha pur sempre timbrato il cartellino.

Ottima capacità realizzativa per un attaccante che sente la porta, ma che, soprattutto, sembra avere una voglia di emergere e di rilanciarsi davvero incredibili. Corre, lotta, pressa, non lesinando energia in favore dei compagni sia in fase di non possesso, che per aprire spazi alle imbucate centrali. Insomma tutto quello che un centravanti dovrebbe fare. Ah a proposito, Sabato è sceso in campo da centravanti, ma attenzione perchè da seconda punta potrebbe essere ancora più letale, sfruttando i movimenti del partner offensivo.

Insomma Curiale è sicuramente uno dei giocatori che hanno maggiormente impressionato in positivo il pubblico etneo, soprattutto vista la sua grandissima capacità realizzativa rispetto al poco cinismo generale. Le sue condizioni fisiche certamente non sono ancora ottimali, ma Lucarelli ne è consapevole e sa che la sua predisposizione al sacrificio può consentirgli di sopperire anche al ritardo di condizione. Ed è per questo che in conferenza stampa ha confermato di aspettarsi ancora di più dal suo numero undici. La risposta, siamo certi, arriverà, magari già sabato prossimo nel match contro la Casertana, quando i gol peseranno ancora di più – quasi come un macigno – in una trasferta calda come quella campana…