Da Potenza un boccone amaro da digerire, ma mercoledì arriva il Siracusa

By
Pubblicato: 12:42 - 5 Novembre, 2018


E’ arrivata sabato pomeriggio la prima, meritata, sconfitta in campionato per i rossazzurri. Non il modo migliore per cominciare il fatidico tour de force di Novembre (il Catania giocherà altre cinque partite da qui al 24 novembre), con una prestazione che ha lasciato tutti perplessi, giocatori in primis.

Tralasciando l’atteggiamento con cui sono scesi in campo i rossazzurri, sono poche le cose che hanno funzionato in Basilicata (in realtà solo una, il capitano Biagianti come sempre encomiabile nell’impegno, al di là del gol), con la soluzione Marotta-Curiale insieme a Manneh sulla fascia nel duttile 3-5-2 che ha deluso le aspettative.

Gli errori del “Viviani” sono tanti e verranno sicuramente analizzati con attenzione da Sottil e la sua squadra, ma non c’è tempo per rimuginarci sopra: si ritorna a correre. Mercoledì ore 20.30 il Catania avrà la ghiotta occasione di rifarsi al “Massimino” nel derby (a senso unico, per la verità) contro il Siracusa. In vista della gara, che sarà il recupero della 2^ giornatai rossazzurri sono tornati ad allenarsi già ieri con lavori di defaticamento e rigenerazione per coloro che sono scesi in campo dal primo minuto contro il Potenza; palestra e partitella con la Berretti per tutti gli altri.

Il Siracusa, vincente sabato pomeriggio in casa contro la Cavese per 3-1, attende l’annuncio del nuovo allenatore. Sarà con ogni probabilità Michele Pazienza, ex giocatore di Napoli e Fiorentina, a prendere il posto del dimissionario Pagana.