Di Piazza vs Evacuo: caratteristiche diverse, ma stessa fame

By
Pubblicato: 16:32 - 28 Maggio, 2019


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

La gara fra Catania e Trapani vivrà una sfida nella sfida che riguarda il reparto avanzato: velocità contro possenza fisica, dinamismo contro staticità, in poche parole Di Piazza contro Evacuo. Due bomber e due trascinatori che hanno vissuto una stagione fatta di alti e bassi, con 10 gol per l’ex Parma e 7 per il rossazzurro, con quest’ultimo però che si presenta alla sfida di mercoledì con tre gol pesantissimi messi a segno nel momento più difficile, mentre per Evacuo le ultime reti risalgono ad oltre un mese fa, contro Potenza, Rende e Catanzaro.

Caratteristiche diverse, dicevamo, visto che Evacuo rappresenta il classico centravanti capace di far girare la squadra, difendere palla e soprattutto essere letale in area di rigore. Di Piazza, invece, ama partire da lontano sfruttando la sua velocità, come avvenuto contro il Potenza, e soprattutto cercare di incunearsi tra le maglie avversarie o oltre la linea grazie a suggerimenti dalla distanza.

Tre reti di testa per Evacuo e due rigori trasformati (tiro dagli undici metri che fu determinante in negativo in campionato proprio al Massimino), una sola rete frutto di gioco aereo per Di Piazza, per il resto sprint o tap in da uomo d’area di rigore. Insomma giocatori non proprio uguali, ma al tempo stesso accomunati dalla possibilità di essere decisivi nei prossimi 180 minuti e soprattutto dalla fame di scrivere ancora una volta la storia rendendosi protagonisti come hanno già fatto in passato con le maglie di Lecce, Foggia, Novara e Spezia.