Escl. Sottil: “il Catania come la Juve, e su Lodi…”

By
Pubblicato: 15:50 - 23 Luglio, 2014


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Ai microfoni di Catanista ‘Speciale Calciomercato’è intervenuto l’ex difensore rossazzurro, Andrea Sottil. Ecco le sue impressioni sul mercato etneo e sul prossimo campionato:

“Il Catania si sta muovendo alla grande sul mercato. Rosina e Calaiò sono due grandi colpi, uomini esperti e grandi professionisti. Martinho potrà essere devastante e il ritorno di Rinaudo dá equilibrio ed entusiasmo. I rossazzurri saranno la squadra da battere e non sará facile resistere alla pressione. Fondamentale sará l’approccio, il modo in cui la squadra si approccerà alla cadetteria. Il Catania è la Juventus di qualche anno fa quando i bianconeri retrocessero e dovettero vincere a tutti i costi”

“Lodi? Forse l’arrivo di Rinaudo apre le porte ad una sua cessione. Personalmente non mi priverei mai di Francesco. È uno dei pochi che riesce ad interpretare al meglio il ruolo di vertice basso del centrocampo. Forse ci sarà un cambio di modulo, ma alla fine i numeri non contano, sará importante l’interpretazione dei concetti. Per vincere il campionato in B serve una difesa imperforabile, un centrocampo solido e in avanti libertà per gli uomini di maggior talento”