Focus – Leonzio: crisi nera, ma in settimana è arrivato Torrente

By
Pubblicato: 16:14 - 15 Dicembre, 2018


Non c’è un attimo di respiro in questa Serie C. Dimenticare i fischi di mercoledì sera, tuffarsi mentalmente, e possibilmente con grinta, all’impegno di domani sera in casa della Sicula Leonzio.

Queste le intenzioni di un Catania sul campo ancora troppo congestionato, che affronterà comunque un avversario tutt’altro che in salute.
La Sicula si trova infatti all’undicesimo posto in classifica con 18 punti, ma vive un momento deprimente dal punto di vista dei risultati, non vincendo da quasi un mese e mezzo.
C’è però un grosso “ma”: a differenza degli scorsi avversari del Catania, che pure si presentavano con numeri da crisi vera, i bianconeri hanno ingaggiato il nuovo tecnico Vincenzo Torrente, in sostituzione di Paolo Bianco sulla panchina. Nell’ambiente bianconero è attesa la classica “scossa”, dunque.

5 vittorie, 3 pareggi e 8 sconfitte, frutto di prestazioni altalenanti e spesso deludenti. Se sotto la lente d’ingrandimento mettiamo le ultime sei partite, ci si rende conto che la Sicula ha totalizzato soltanto un punto, in casa del Siracusa.
Ma la statistica che sorprende maggiormente è l’attacco, che ha messo a segno soltanto 11 gol (terzo peggior reparto del girone) nonostante un parco giocatori offensivi di livello davvero importante: Juanito Gomez, Sainz-Maza, Ripa, Rossetti, ma anche Gammone e D’Angelo, per dirne alcuni.
Parlando di moduli di gioco, con Bianco alla guida la Sicula è quasi sempre scesa in campo con il 4-3-3; Vincenzo Torrente, che in carriera ha allenato tra le altre formazioni cone Bari, Salernitana e Gubbio, trova nella difesa a quattro e l’attacco a tre il suo credo tattico.

Un impegno da non fallire, in un terreno di gioco ancora una volta non in condizioni perfette. Bisognerà dimenticare la confusione e ripartire dagli ultimi dieci grintosi minuti visti contro il Francavilla, al cospetto di un avversario, la nuova Sicula Leonzio di Torrente, che in Serie C non ha mai perso contro i rossazzurri.