Foggia-Catania: commento, tabellino e cronaca

Foggia-Catania: commento, tabellino e cronaca

Una doppietta di Golfo salva il Catania da una sconfitta che sarebbe stata oltremodo ingenerosa per quanto visto in campo.

Partenza shock dei rossazzurri che dopo i primi 20 minuti si trovano già sotto di due reti, ma l’undici etneo non si scompone e continua a seguire le direttive del mister. Il gol del 2-1 consegna al Catania le redini del gioco con il Foggia che si accontenta di difendere e ripartire in contropiede, ma la pressione degli ospiti è un crescendo che culmina con il gol del pareggio che arriva alla metà della seconda frazione. Questo risultato, unito alla vittoria della Juve Stabia sul campo della Ternana, relega il Catania al 6° posto: scherzo del destino, l’avversario ai Playoff sarà proprio il Foggia, salvo clamorosi ribaltoni provenienti dal Collegio di Garanzia del Coni.

Primo tempo 

La prima occasione è sui piedi di Golfo al 10° minuto, ma l’esterno palermitano non riesce ad addomesticare una bella sventagliata di Calapai favorendo l’intervento di Di Stasio.

E’ proprio l’ex Curcio a punire la sua ex squadra al minuto 14, approfittando di un’uscita a vuoto di Martinez e colpendo di testa su calcio d’angolo. Sempre Curcio, pochi minuti prima, aveva tentato l’eurogol in rovesciata ma il pallone era terminato ampiamente al lato.

I padroni di casa raddoppiano al 19°: un pallone sanguinoso perso da Izco termina tra i piedi di Curcio, che serve D’Andrea in area ed è bravo l’attaccante a infilare Martinez eludendo la marcatura di Silvestri su di lui.

Alla mezz’ora Silvestri ci prova di testa su corner ma la sfera termina alta sopra la traversa.

I rossazzurri accorciano le distanze al minuto 34 con Golfo: cross dalla sinistra di Zanchi, incertezza del portiere rossonero e l’ex Juve Stabia la mette dentro di testa.

Secondo tempo

La seconda frazione vede scendere in campo un Catania molto propositivo e determinato nel ricercare il gol del pari.

Al minuto 56′ Albertini spreca malamente l’opportunità del possibile pareggio: una conclusione rimpallata di Golfo termina tra i suoi piedi ma il terzino a due passi dalla porta svirgola inspiegabilmente con l’esterno.

La squadra di Baldini la riacciuffa al 77′: cross di Albertini dalla destra, Manneh di testa colpisce il palo ma sul rimpallo Golfo è il più lesto di tutti e sigla la sua doppietta personale nonché seconda rete in assoluto in maglia rossazzurra.

Foggia che si rifà vivo dalle parti di Martinez al minuto 83 con un tiro di Iurato che colpisce l’esterno della rete.

FOGGIA 2-2 CATANIA

Formazioni

Catania (4-3-3): Martinez, Calapai (dal 46′ Albertini), Claiton, Silvestri, Zanchi (dal 56′ Piccolo), Dall’Oglio, Izco (dal 67′ Manneh), Welbeck (dall’84’ Rosaia), Pinto, Reginaldo, Golfo (dall’84’ Maldonado); a disposizione: Santurro, Albertini, Sales, Rosaia, Maldonado, Manneh, Piccolo, Vrikkis. All.Francesco Baldini

Foggia (3-5-2): Di Stasio, Salvi (dal 62′ Del Prete), Germinio, Galeotafiore, Kalombo, Vitale (dal 62′ Iurato), Rocca, Garofalo (dal 62′ Morrone), Di Jenno, Curcio, D’Andrea (dal 70′ Balde); a disposizione: Jorio, Sarracino, Del Prete, Pompa, Morrone, Iurato, Cardamone, Moreschini, Dema, Dell’Agnello, Nivokazi, Balde. All.Marco Marchionni

Ammoniti

Catania: Claiton, Pinto, Albertini

Casertana: Iurato, Di Stasio

Marcatori

Curcio (15′), D’Andrea (20′), Golfo (34′, 77′)

Note: Welbeck sostituito per infortunio al minuto 84′

Salvatore Musumeci