Futuro Catania: adesso potrebbe scendere in campo il sindaco?

By
Pubblicato: 09:56 - 27 Giugno, 2015


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Nel marasma generale che ha colpito la società rossazzurra, il dubbio principale riguarda il futuro del club, con la categoria da dove ripartirà il Catania e soprattutto con quale dirigenza. Per rispondere alla prima domanda bisognerà aspettare inevitabilmente le decisioni della giustizia sportiva, ma attenzione perché in entrambi i casi determinante potrebbe essere l’apporto anche del sindaco Bianco. Non è escluso, infatti, che il primo cittadino del capoluogo etneo, vista l’importanza generale dell’indotto proveniente dal club calcistico, possa vestire i panni del ‘mediatore’ cercando di dialogare con i poteri forti del mondo del pallone.

Pene, sanzioni, si certamente, ma magari non in maniera estrema così da evitare la radiazione. Questo è l’obiettivo del primo cittadino facendo leva sull’importanza che il club rossazzurro ricopre sull’economia della città. Come? Magari una pretesa dei vertici potrebbe essere quella di non vedere più a Catania strascichi della gestione Pulvirenti, e se accontentata potrebbe essere il punto di partenza per evitare il pugno duro. Tutti in azione dunque per salvaguardare un patrimonio troppo importante per la città ed evitare un’ipotesi a cui nessuno vuole pensare