Iscrizione entro il 24 giugno: cosa serve al Catania?

By
Pubblicato: 10:13 - 5 Giugno, 2019


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.

Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Non solo quelle relative al risultato del campo: nei prossimi giorni verosimilmente riceveremo anche risposte relative al futuro e alla situazione economica. Il Catania farà il punto su quella che sarà la strada da seguire nei prossimi mesi e nelle prossime stagioni, a partire dal 24 giugno.

Come affermato anche dal collega della Gazzetta dello Sport, Nicola Binda, intervenuto nel corso della nostra trasmissione radiofonica “Catanista” nella giornata di ieri, “24 giugno: tenete presente questa data. Questa è una data fondamentale per il Catania e per tutte le società italiane, perché quel giorno bisognerà presentare le domande di iscrizione e se mancherà una virgola, le nuove norme della Federcalcio non ti ammettono al campionato”. Di cosa ha bisogno quindi la società rossazzurra entro quella data? Cosa deve presentare?

Stando al nuovo regolamento, e nello specifico stando a quello della Lega Pro (che trovate qui in forma completa), il Catania prima di tutto al 24 giugno dovrà depositare 350.000 euro di fideiussione (che deve “esplicare efficacia fino a tutto il 31 ottobre 2020”). Ma, “qualora nel corso della stagione sportiva il “monte ingaggi” di una società (compensi lordi, fissi e variabili dei tesserati) superi l’importo di euro 1.000.000,00, la stessa dovrà depositare una o più fideiussioni integrative”, altrimenti non sarà consentita la rifitica dei contratti.

Alla garanzia, bisognerà far seguire le quote previste perché già associato alla Lega Pro nella stagione precedente, ma in forma diversa, ovvero: una quota associativa di 5.000 euro, più una quota di partecipazione di 55.000 euro. Di quest’ultima, però, al 24 giugno bisognerà versare solo 25.000 euro “a titolo di acconto”. I restanti 30.000 euro potranno essere versati in sei rate da 5.000 euro ciascuna (entro il 30 luglio, il 30 agosto, il 30 settembre, il 30 ottobre, il 30 novembre e iil 30 dicembre).

Altro punto chiave è quello relativo agli impianti: entro il 17 giugno, il Catania dovrà presentare la dichiarazione di disponibilità dell’impianto sportivo, rilasciata dall’Ente proprietario dello stesso; la licenza d’uso, con indicazione della capienza e specificazione del numero dei posti nei vari settori (inclusi quelli riservati alla stampa sportiva ed agli spettatori diversamente abili); i verbali rilasciati dalle competenti Commissioni Provinciali o Comunali di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo; l’eventuale istanza per ottenere la deroga a svolgere l’attività, per la stagione sportiva 2019/2020, in un impianto non ubicato nel proprio comune, ma situato comunque nella regione in cui ha sede la società ovvero in una regione confinante.

Il nuovo regolamento specifica che: “Si rappresenta che, a partire dalla stagione sportiva 2019/2020, il Sistema Licenze Nazionali adottato dalla F.I.G.C. impone l’effettuazione degli adempimenti ivi previsti entro termini essenziali e perentori talché, in caso di inadempimenti e/o adempimenti tardivi, non verrà concessa la Licenza Nazionale per la partecipazione al Campionato Serie C. […] L’inosservanza del termine perentorio del 24 giugno 2019, anche con riferimento a uno solo degli adempimenti previsti nei confronti della Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi, determina la mancata concessione della Licenza Nazionale per il Campionato Serie C 2019/2020”.

Insomma, riassumendo: il Catania entro il 24 giugno dovrà depositare la fideiussione di 350.000 euro, 5.000 di quota associativa e 25.000 euro di acconto della quota di partecipazione, unitamente al rispetto dei punti relativi all’impiantistica. Queste le prossime tappe e i primi tasselli in vista del prossimo campionato e della prossima stagione.