‘La’ settimana della verità tra iscrizione, Tribunale e allenatore

‘La’ settimana della verità tra iscrizione, Tribunale e allenatore

Inizia una nuova settimana, ‘La’ settimana che permetterà ai tifosi rossazzurri di completare quella festa iniziata il 23 luglio. Il Catania continua a lavorare con la convinzione adesso di ‘raccogliere i frutti’, come affermato sui social dall’avvocato Ferraù, cercando di accelerare i tempi in vista del 5 agosto quando dovrà essere presentata la domanda di iscrizione. Proprio per questo motivo, negli ultimi giorni si sono intersecati i dialoghi con la Federazione, con la Covisoc ed anche con il Tribunale, aventi come oggetto la non prosecuzione del concordato preventivo.

Da un lato la Federazione che ‘consiglia’ di gestire in maniera svincolata dal concordato, dall’altro il Tribunale che vuole capire chiaramente quali rischi presuppone tutto ciò, soprattutto tenendo in considerazione la posizione dei creditori che potrebbro battere cassa conaggiore insistenza e pressione. Ecco perché le prossime ore saranno di attesa per capire cosa dirà il Tribunale, con la documentazione per l’iscrizione già pronta ed alcuni oneri già espletati.

Dal punto di vista sportivo, l’attesa riguarda invece la nomina del nuovo tecnico. Come anticipato dalla nostra redazione già da qualche settimana nonostante le iniziali smentite, Raffaele sembra essere decisamente in pole, ma la concretizzazione del legame con il club etneo potrà realizzarsi solamente ad iscrizione avvenuta. Attendiamo dunque, non è una pura formalità, ma un impegno importante e difficile che sancirà effettivamente il nuovo corso del Catania.

Admin