La ‘teoria della buccia di banana’

By
Pubblicato: 12:17 - 24 Novembre, 2016


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Uno scivolone inatteso in un percorso di crescita. Così la società rossazzurra ha sostanzialmente definito la sconfitta di Francavilla chiudendola in una parentesi difficile da digerire per i tifosi rossazzurri soprattutto per l’atteggiamento eccessivamente passivo visto nel secondo tempo. Del resto coerentemente con questo principio, nessuno all’interno della dirigenza ha alzato i toni ed anche il tecnico si è limitato ad una fredda analisi(seppur opinabile) del match nella conferenza post partita.

Qualcuno storcerà il naso portando avanti la tesi di una impossibilità di raggiungimento di una mentalità vincente con questa gestione tecnica, ma siccome l’obiettivo sono i play off e la strada è ancora lunga, bisogna dare fiducia alle scelte societarie. Ecco perché se quella contro la Virtus è stata solamente una banana sulla strada del Catania, adesso l’occasione di dimostrarlo arriva puntuale con due/tre occasioni da non fallire.
La sfida contro la Vibonese per ritrovare fiducia in casa, nel fortino del Massimino, e poi la trasferta di Cosenza per dimostrare sul campo la ‘teoria della buccia di banana’. Del resto il Cosenza, per certi versi, è un avversario ancor più ostico rispetto alla Virtus Francavila, con l’attuale quinto posto in classifica frutto di sette vittorie, due pareggi e cinque sconfitte. Una gara da giocare in trasferta (altro tabù da sfatare) che rappresenta un vero e proprio scontro diretto per i play off, così come la giornata successiva quando gli etnei dovranno vedersela nel turno infrasettimanale in casa con il Monopoli.

Insomma la speranza è che la società ed il tecnico abbiano ragione, che si sia trattato di uno svarione estemporaneo, e che il Catania ritorni subito a far punti con l’obiettivo di trovare un gioco offensivo convincente e un’indispensabile mentalità vincente in casa ma soprattutto in trasferta. Le occasioni per rifarsi sono all’orizzonte e già troppe sono state gettate al vento.