L’avverrsario: la sorpresa Turris tra estro e gioco offensivo

L’avverrsario: la sorpresa Turris tra estro e gioco offensivo
Antonio Torrisi

Seconda gara consecutiva in casa per il Catania che si prepara ad affrontare una delle sorprese di questo campionato: la Turris di Francesco Fabiano.

La formazione campana, al quarto posto in classifica con 16 punti, ha finora messo in pratica e in mostra un buon calcio seguendo i principi del 3-5-2 (con trequartista), pur non subendo poco in difesa: per la neopromossa, infatti, 14 gol al passivo a fronte dei 14 siglati, in un computo totale che recita 4 vittorie, 4 pari e 2 sconfitte. In trasferta, però, non ha ancora perso, segnando 9 reti, subendone. In sostanza: fuori casa perde meno e segna di più. Occhio a questo dato.

Il rendimento generale, comunque, ha fatto registrare un calo rispetto all’avvio di stagione: nelle ultime 5 la Turris ha vinto solo contro la Casertana, l’1 novembre scorso (2-4 a Caserta), totalizzando poi 2 sconfitte e 2 pari, ultimo dei quali domenica scorsa contro la Juve Stabia in rimonta con gol di Rainone. In avanti, per quel che riguarda le marcature, Giannone e Pandolfi guidano la speciale classifica con 3 gol a testa, pur non essendo punte centrali: queste, Longo e Persano, sono a quota 1, mentre le restati reti sono state messe a segno da Franco (3), Romano (2) e Rainone (1). Attenzione massima alle palle inattive e all’estro proprio di Luca Giannone, che svaria parecchio sulla trequarti, abbassandosi in mediana in costruzione. Se il Catania riuscirà ad approcciare bene il match sarà una bella gara.

Antonio Torrisi

Redattore Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Lascia un commento