L’avversario: contro il Monopoli nessun patema (sulla carta…)

L’avversario: contro il Monopoli nessun patema (sulla carta…)

Dopo il pareggio di Andria, che ha inaugurato il 2016 rossoazzurro, il Catania si prepara alla sfida contro il Monopoli. Necessaria sarà una convincente vittoria per far partire il girone di ritorno col piede giusto e per cominciare a porsi come una delle protagoniste nella seconda parte di stagione. Di fronte i pugliesi di mister Tangorra che stanno disputando un campionato positivo, anche a detta del Ds Fabio Lupo, e vanno incontro ad una salvezza senza troppi patemi d’animo. Sulla carta potrà sembrare una gara a pronostico chiuso ma attenzione ai biancoverdi che, in trasferta, hanno già fatto male al Foggia e messo in serie difficoltà Benevento e la capolista Casertana.

Nelle ultime cinque partite, però, il Monopoli è andato un po’ a rilento, conquistando una vittoria, due pareggi e due sconfitte. L’ultimo successo risale al 29 novembre scorso, 2-0 interno contro l’Ischia, poi, in rapida successione, la già citata sconfitta di Caserta per 2-1, i pareggi contro Catanzaro, 1-1, e Juve Stabia, 0-0, fino alla sconfitta di sette giorni fa contro il Matera, 0-2, che ha aperto il nuovo anno negativamente. Tangorra schiera i suoi, prevalentemente, con un 3-5-2 la cui forza è la densità in mezzo al campo, utile a non concedere troppi spazi agli avversari, unita alla verve offensiva della coppia d’attacco formata da Gambino e Croce.

Proprio loro sono stati i principali protagonisti del girone d’andata dei pugliesi: per entrambi, infatti, sei gol segnati in 17 partite, che ne fanno una coppa d’attacco di sicuro affidamento e di ottimo livello per la categoria. Oltre alle due bocche di fuoco, il Monopoli può contare su una mediana molto solida, che si affida al trio Viola-Luciani-Djuric. Il mercato di gennaio ha portato in dote l’attaccante argentino Facundo Lescano, di proprietà del Torino, che, nella prima parte di stagione, con la maglia del Melfi, ha collezionato 12 presenze senza mai andare in rete.

All’andata, in quella che fu la seconda uscita del Catania nel giro di tre giorni, gli etnei si imposero per 2-1, rimontando, allo scadere, la rete iniziale di Pasquale Esposito grazie alla doppietta di Fabio Scarsella, ai tempi ancora efficace e arma in più di mister Pancaro. I rossoazzurri, per avere la meglio sugli avversari, dovranno riuscire a sbloccare la partita nel primo quarto d’ora di gioco, in modo tale da poter scardinare in fretta una difesa che difficilmente si scoprirà. Il blasone, e anche quanto fatto sul campo finora, lasciano supporre poche difficoltà per gli etnei ma attenzione alla capacità del Monopoli di fare male in contropiede e di mantenere il risultato grazie al sacrifico ed alla dedizione messa in fase di copertura. Al di là di tutto, però, il Catania non potrà permettersi di perdere punti in partite del genere: c’è una classifica da scalare e le altre non aspettano.

Admin