Lo Monaco a Catanista: “Mercato? Anche in settimana potrebbe succedere qualcosa…”

By
Pubblicato: 09:07 - 15 Gennaio, 2019


Nel corso della puntata di Catanista, andata ieri in onda su Video Regione, e che è possibile rivedere sulla pagina Facebook di Catanista Redazione, è intervenuto telefonicamente l’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco, che ha parlato soprattutto di mercato:

SITUAZIONE SARNO – “Noi abbiamo già fatto una proposta importante al giocatore, che evidentemente ha altro per la testa. Siamo in serie C, sarebbe amorale pensare di mettere in piedi determinati discorsi economici, adesso deve decidere lui se accettare o meno. Capita, quando ci sono di mezzo i procuratori succedono cose del genere, pensano di essere i furbetti del paese: Sarno negli ultimi anni non è che abbia giocato con tantissima continuità, ma il procuratore pensa che questa sia una occasione d’oro per ottenere un anno di contratto in più e anche più soldi, ma sono cose che non possono andare nella maniera giusta.

DI PIAZZA E PALUMBO – Se questa settimana potrebbe succedere qualcosa riguardo Di Piazza e Palumbo? Potrebbe anche succedere, perché no? Sono due operazioni che stiamo curando da parecchio, ma non facili perché sono due giocatori che vengono dalla B. Ci stiamo lavorando, potrebbe anche succedere qualcosa…

SULLE ALTERNATIVE – Piano B? Piano B… è difficile andare a trovare dei giocatori più bravi di quelli che ha già il Catania, molto difficile…
La “frizzantezza” di cui parlavo tempo fa? Ce la da Manneh. Quello che voglio dire è che siamo sempre lì, quando arrivano questi periodi diventa legge andare a comprare. Ma il Catania non ha mai preso tanto per prendere, solo quando c’è stato un bisogno per andare a tamponare dei problemi di rosa, che adesso noi non abbiamo. La nostra rosa è fortissima, e ha fatto 37 punti con una partita da recuperare, quindi potrebbero essere 40, in un campionato che è partito come è partito, con una squadra che si è ritrovata 15 punti avanti e sta conducendo un campionato anche migliore di quello fatto dal Lecce l’anno scorso. E’ vero che i campionati hanno una lunghezza naturale, che passa attraverso un girone d’andata e uno di ritorno, ma quello che voglio dire io è che se il Catania ha preso Carriero, è perché nella lunghezza del campionato un uomo in più non guasta assolutamente”.