Lucarelli: “sono sereno perché abbiamo dimostrato di essere una squadra. Mi aspetto tanto da tutti…”

By
Pubblicato: 21:06 - 26 Agosto, 2017


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Ecco le parole del mister Lucarelli, intervenuto a fine partita in conferenza stampa dopo la fine del match fra Catania e Racing Fondi:

Curiale ha un’ora nelle gambe, per questo l’ho sostituito. Doveva scegliere chi fare giocare ma la condizione non è ancora perfetta. Non ho visto uno sbandamento tra primo e secondo tempo, ho visto solo i primi quattro minuti della ripresa meno pimpanti. Avevo chiesto una partenza sparata perchè il calcio è questo, basta un’azione e subisci il gol. Purtroppo l’approccio nella ripresa non è stato perfetto. Nonostante l’amarezza per non aver centrato la vittoria, sono comunque soddisfatto. Secondo me si è vista una squadra ed è questo ciò che importa e che mi fa tornare a casa sereno. Ci vuole chiaramente un po’ più di freddezza, ho contato tantissime palle gol, ma ancora la condizione non è ideale, magari un po’ di imprecisione di troppo. Siamo stati volenterosi e per questo siamo usciti fra gli applausi. Ad inizio campionato ci sta sempre lo scherzetto.

E’ chiaro che non ci possiamo aspettare di non permettere mai di fare un cross in area di rigore. Ci è mancata semplicemente l’essenza del calcio: fare gol e non subirlo. Ho visto anche una continuità di gioco e, visto il calendario perchè siamo ad agosto, non era scontato. Io mi aspetto tanto da tutti, da Semenzato, da Ripa, da Curiale ma anche da parte dei tre difensori. Silva e Di Grazia sono stati scelti per spingere sin da subito sull’acceleratore. Avevano entrambi gamba e forza e hanno giocato una buona partita. I cinque cambi? E’ divertente poter cambiare la squadra in questo modo. Ho pensato di sfruttare la gamba dei più freschi. Per l’ultimo cambio sono stato indeciso se effettuarne uno o due, poi scelto per la doppia sostituzione. Coppa Italia? Voglio arrivare fino in fondo in questa competizione. Bisogna raggiungere il massimo. Ho 22 titolari, sono coerente quindi martedì utilizzerò quelli che oggi non hanno giocato. A fine partita i ragazzi erano molto dispiaciuti, ma li ho ringraziati per averci provato in tutti i modi.