Lucarelli usa le immagini: “Analizziamo insieme gli ultimi quindici minuti di Bisceglie”

By
Pubblicato: 15:36 - 24 Marzo, 2018


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.

Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Latest posts by Antonio Torrisi (see all)

Mister Cristiano Lucarelli veste i panni di video-analyst commentando le situazioni di gioco della gara contro il Bisceglie e rispondendo alle domande dei giornalisti in sala stampa:

VIDEO-ANALYST – “Siccome ancora oggi si leggono i giornali e i commenti che ci accusano di aver fatto i cambi sbagliati e di aver lanciato messaggi, bisogna analizzare le immagini, senza polemiche. Facciamo vedere l’ultimo quarto d’ora e il perché immaginando l’assalto del Bisceglie abbiamo deciso di mettere quei giocatori. E questo perché loro sono sempre stati pericolosi sui calci piazzati (fa vedere le immagini delle gare del Bisceglie disputate nel corso della stagione ndr.). Poi c’è la gestione dei quindici minuti: da più parti si è avuta la sensazione che si sia dato un messaggio di resa, ma anche in questo caso le immagini dimostrano che il baricentro della squadra era molto più basso nel primo tempo che nel secondo tempo.

LA PARTITA – “Perché ho sostituito Manneh? Perché era stanco, veniva da una partita fatta pochi giorni prima e deve farne una domani. Volevamo andarla a chiudere e ho inserito Russotto, perché Manneh sta facendo benissimo, ma non ci possiamo aspettare da lui una caterva di gol. Sulle nostre scelte ha influito anche il gol a partita già chiusa subito contro la Reggina. Noi siamo stati anche un po’ ingenui: lo definirei un episodio con un po’ di ingenuità. Se avessi avuto Curiale sano Ripa sarebbe uscito prima, ma ho parlato con lui: se non ci fosse stato bisogno sarebbe stato meglio non farlo entrare perché Curiale ha problemi alla schiena. Al di là di tutti gli errori di Ripa il gol era anche arrivato, ma non gliel’hanno dato. L’arbitro? Cinque grossi errori in una partita a danno di una squadra non li ricordo.”