Lucarelli vs Liverani: la cura del dettaglio nella partita più delicata

By
Pubblicato: 18:04 - 18 Gennaio, 2018


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Fino a qualche anno fa per presentare la sfida fra Lucarelli e Liverani avremmo parlato dei movimenti dell’attaccante e delle aperture del regista, oggi invece l’attenzione è rivolta al lavoro in panchina da parte di due assoluti protagonisti di questo campionato. Dopo i tanti scontri in campo, adesso tocca confrontarsi da tecnici, con il mister salentino forte di un leggero vantaggio.

Quattro punti distanziano i due club che, numeri alla mano, hanno dato vita ad un campionato molto simile. Il Lecce si presenta con il miglior attacco 35 gol, mentre il Catania ha dimostrato solidità difensiva con appena 15 reti subite ed un rendimento esterno invidiabile. Del resto anche il Lecce ha lasciato le briciole agli avversari presentatisi al Via del Mare, conquistando 26 punti frutto di 9 vittorie ed un pareggio.

Dal punto di vista tattico i rossazzurri sono pronti a rispolverare il 4-3-3, ma attenzione alle sorprese dell’ultimo minuto. Il Lecce, invece, utilizzerà il consueto 4-3-1-2 che ha garantito grande prolificità in fase offensiva con il trio Caturano, Torromino e Di Piazza, e soprattutto gli inserimenti e le conclusioni dalla distanza del trequartista di turno. Insomma tante soluzioni, elevato tasso tecnico, ma ciò che farà la differenza sarà l’atteggiamento in campo e la voglia di lottare per tre punti dal valore inestimabile.