I perché dell’addio di Sarao e un classe 2000 all’orizzonte

I perché dell’addio di Sarao e un classe 2000 all’orizzonte

Da qualche ora Manuel Sarao non è più un giocatore del Catania: con un comunicato ufficiale, il club rossazzurro ha reso nota “la risoluzione consensuale del legame contrattuale” con l’attaccante, che dopo un anno saluta la formazione etnea. Un fulmine a ciel sereno che arriva dopo alcune voci che lo davano in partenza: ed effettivamente così è stato.

In attesa della conferenza stampa di presentazione delle maglie ufficiali per la prossima stagione, in cui verosimilmente verranno spiegati “i perché” di alcuni movimenti di mercato, da casa Catania fanno sapere che con Sarao si è trattato di un addio trasparente e senza retropensieri. Semplicemente, il giocatore, in scadenza a giugno 2022, non ha trovato l’intesa per il rinnovo con il club rossazzurro, con conseguente addio.

Il Catania è comunque al lavoro per rinforzare il reparto offensivo: secondo quanto raccolto dalla redazione di Catanista, la dirigenza rossazzurra ha quasi chiuso l’arrivo di un classe 2000 europeo, profilo fisicamente interessante, anche in prospettiva futura. Nelle prossime ore vi diremo di più.

Ma non sarà l’attaccante che sostituirà Sarao: il club etneo, secondo quanto appreso, sta sondando diversi profili di centravanti affermati che potrebbero diventare possibilità concreta negli ultimi giorni di agosto, quando i club si troveranno a fare i conti con le uscite. Il Catania, in questo senso, vorrà farsi trovare pronto.

Admin