Nervosismo e tensione: ore calde in casa Catania

By
Pubblicato: 22:06 - 29 Aprile, 2018


Ore calde in casa Catania dopo la gara di Matera: la seconda sconfitta consecutiva in campionato, che mette a repentaglio la possibilità di arrivare al secondo posto, non è stata digerita dal club rossazzurro.

Più in generale, è da registrare un certo nervosismo sia in campo che fuori: nel primo caso con il battibecco ripreso dalle telecamere tra Cristiano Lucarelli e la panchina in occasione dei cambi, in un momento in cui il Catania non stava soffrendo, nel secondo con gli atteggiamenti tesi tra compagni di squadra al triplice fischio. Comportamenti chiaramente dovuti alla grande delusione. Sembra che la dirigenza etnea non abbia preso bene il secondo risultato negativo in sette giorni: non dovrebbero esserci cambi in vista, ipotesi confermata anche dalle parole dell’ad Lo Monaco che negli scorsi mesi, dopo avergli rinnovato la fiducia a Monopoli, ha più volte confermato la volontà di proseguire con Lucarelli fino al termine della stagione, ma è chiaro che bisogna registrare e risistemare tutto. Alla società il compito di rimettere serenità nel gruppo in un momento complicato e alla luce di un altro momento complicato targato Playoff.