Pogliese a Catanista: “I matrimoni si fanno in due. Mi auguro offerta sia coerente”

Pogliese a Catanista: “I matrimoni si fanno in due. Mi auguro offerta sia coerente”
Antonio Torrisi

Intervenuto a margine dell’incontro con gli esponenti della Cordata, il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Catanista:

DETERMINAZIONE – “Ho percepito grande determinazione e grande passione, ma la conoscevo avendo avuto grandi rapporti con Maurizio Pellegrino e Angelo Maugeri. Mi hanno confermato quello che accadrà domani con la costituizione della Spa e la volontà di acquistare il Catania per non perdere matricola e Lega Pro, con alcune oggettive difficoltà. la messa in mora non aiuta, era doveroso da parte loro e ci sarà qualche perdita aggiuntiva in termini di patrimonio calcistico. C’è grande determinazione. Non basta solo questo, non basta solo la volontà di Pellegrino, Maugeri, Pogliese o Parisi, ma serve la volontà da parte di altri che in questo momento devono decidere se passare il testimone o meno, ma il tempo è assolutamente stringente.”

SUL TRIBUNALE – “Il Tribunale dovrà valutare la concreta possibilità della continuità aziendale, questo è quanto scritto all’interno delle norme. Quindi mi auguro che l’offerta sia coerente rispetto a questo obiettivo che deve essere valutato al Tribunale. C’è un organismo terzo che è entrato in campo, dopo quello che ha fatto la Procura, quindi mi auguro che l’offerta sia coerente. Posso dire che questo si possa concretizzare e sono convinto che con l’azionariato diffuso si possano raccogliere risorse significative.”

I MATRIMONI SI FANNO IN DUE – “Il ’93? Forse sono più preoccupato adesso perché questa accelerazione della Procura ha fatto emergere le mille contraddizioni che ci sono all’interno di questa società e quindi sono oggettivamente molto preoccupato. Sono altrettanto felice di aver percepito la determinazione della Cordata. Non basta solo questo: i matrimoni si fanno in due, con il marito e con la moglie. Io posso fare il testimone e lo farò a titolo personale con l’azionariato diffuso.”

Antonio Torrisi

Redattore Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Lascia un commento