Come arriva il Potenza: attacco falcidiato dagli infortuni, mal di trasferta

Come arriva il Potenza: attacco falcidiato dagli infortuni, mal di trasferta

Un Potenza in difficoltà quello che si appresta a giocare al “Massimino”. La cura del nuovo tecnico Bruno Trocini, in panchina da 5 gare, ha dato un input in termini di gioco, restano però al momento dei problemi strutturali.

NUMERI. Una squadra che vive un mal di trasferta importante. I numeri parlano di soli due punti lontani dalle mura amiche e la porta mai inviolata. Sono 14 i punti in classifica, 12esimo piazzamento nella griglia del girone C, frutto di tre vittorie, 5 pareggi e sette sconfitte. Un rendimento complicato e tortuoso che è costato caro al tecnico Gallo, esonerato già da cinque partite, al suo posto mister Bruno Trocini che siederà in panchina anche al “Massimino”. La cura del nuovo tecnico ha dato qualcosa dal punto di vista del gioco, ma non ancora in termini di punti in trasferta con le sconfitte di Taranto e Palermo. Ultimo risultato ottenuto lo 0-0 casalingo contro il Monopoli.

INFERMERIA. In vista del Catania l’infortunio di Salvemini accentua il problema in attacco. I potentini sono orfani di Costa Ferreira,. fermato ad inizio anno dal Covid e infortunatosi poi successivamente, e Romero, entrambi giocatori fondamentali nella zona offensiva e che saranno fuori fino a gennaio.

MODULO E INTERPRETI. Il Potenza di mister Trocini si schiera in campo con un 3-5-2. Il dubbio tra gli interpreti è tra Gigli, in forse, e Maestrelli. Matino invece non ci sarà dopo l’infortunio rimediato nell’ultimo match di campionato. In un attacco piena emergenza, pronti anche il giovanissimo Sessa e Giovanni Volpe.

Davide Campagiorni