Promossi e Rimandati – Lodi e Biagianti “bomber”: attacco muto

By
Pubblicato: 17:44 - 17 Febbraio, 2019


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.

Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Il Catania vince soffrendo contro il fanalino di coda Paganese e lo fa grazie alle reti di Marco Biagianti e Francesco Lodi, veri “bomber” della formazione di Sottil. In avanti si fa fatica. Questi i promossi e rimandati della nostra redazione.

 PROMOSSI –

BIAGIANTI 6,5 – Lotta su ogni pallone, anche se non sempre in maniera precisa: dimostra di essere uno dei migliori realizzatori in maglia rossazzurra. Se il Catania ha vinto la partita contro la Paganese lo deve anche anche lui: ma si può sperare solo nella garra dei mediani per risolvere situazioni difficili come quella odierna?

LODI 6,5 – Stesso discorso per Francesco Lodi: ottavo centro in campionato e miglior marcatore del Catania. E adesso trova con regolarità anche il gol su azione, suo cruccio nel corso della carriera: quando puoi scende a raccogliere i palloni da giocare con i compagni, ma non sempre gli altri rossazzurri concretizzano (la palla per Di Piazza è fantascientifica): può bastare la sua luce ad illuminare il Catania?

CALAPAI 6 – Non soffre quasi mai Perri e Gaeta e, dopo un primo momento di stasi, stacca il biglietto per la solita corsa da treno sulla destra. Poi, esce dal campo per un fastidio muscolare: suona il campanello d’allarme, in casa Catania. Fare a meno di un Calapai così è dura.

RIMANDATI –

ATTACCO 5 – Se il miglior realizzatore della squadra è un giocatore che fino a qualche anno fa aveva difficoltà a centrare la porta con la palla in movimento, un problema in avanti c’è: eppure, in casa Catania, non riguarda la creazione di occasioni pericolose. Anzi: le occasioni ci sono, ma metterla dentro adesso è maledettamente difficile. Lo sa Curiale, lo sa Marotta e lo sa anche di Piazza. Lo sa anche Sottil: ma se si vuole tornare a vincere con continuità ai rossazzurri serviranno anche e soprattutto i loro gol.

ANGIULLI 5,5 – Sottil lo manda in campo dandogli un’altra chance dal primo, ma questo non sembra proprio essere l’anno di Angiulli. Gioca mezz’ala per fornire luce e idee alternate a quelle di Lodi, ma non riesce mai ad essere incisivo nella manovra, tranne quando impensierisce Santopadre con una conclusione velenosa.

VOTI – Pisseri 5,5, Aya 6, Silvestri 6, Baraye 5,5, Manneh 6,6. SUBENTRATI: Carriero 6, Brodic 5, Esposito SV.