Promossi e Rimandati: Male in difesa e centrocampo. Si salva solo Baraye

By
Pubblicato: 19:58 - 20 Gennaio, 2019


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.

Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Il Catania perde contro il Siracusa anche a causa di diverse difficoltà in fase difensiva e di interdizione a centrocampo. I Promossi e Rimandati della nostra redazione.

PROMOSSI –

BARAYE 6 – Il migliore dei suoi, e fose anche l’unico a salvarsi. Entra e cambia la partita: fare meglio di Scaglia oggi non era difficile, ma riesce comunque ad incidere nonostante fosse al rientro in campo dall’infortunio. Segnali positivi in vista per il futuro.

 

 

RIMANDATI –

FASE DIFENSIVA 4,5 – Ravvivare uno dei peggiori attacchi del campionato è cosa spesso difficile, ma oggi la linea difensiva schierata al De Simone riesce nel compito di complicarsi la vita. I guai iniziano dopo trenta secondi, quando un pasticcio regala il vantaggio al Siracusa, ma per troppe volte gli uomini di Ezio Raciti riescono ad entrare con facilità in area, sfiorando reti pesanti. Se la certezza difensiva ritrovata aveva garantito, a dicembre, la rincorsa in classifica, oggi si dimostra arma a doppio taglio.

CENTROCAMPO POCO LUCIDO 5 – Parte della fase difensiva compete anche al centrocampo, ed è per questo che in fase di interdizione il reparto mediano è mancato parecchio oggi al De Simone. Si poteva fare meglio? Sì. Poteva cambiare qualcosa con gli interpreti? Può darsi. In fase di impostazione e in quella offensiva nulla da dire, anzi: ed è per questo che la prestazione difensiva lascia l’amaro in bocca e fa capire, una volta in più, che è lì in mezzo che si vincono le partite.