Raffaele: “dal mercato servono 4-5 innesti. I nuovi a disposizione, domani capiremo la reale condizione fisica”

Raffaele: “dal mercato servono 4-5 innesti. I nuovi a disposizione, domani capiremo la reale condizione fisica”
Stefano Auteri

Giornata di conferenza per il tecnico del Catania, Giuseppe Raffaele, che alla vigilia del match con la Paganese ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda i suoi uomini, con le assenze tra gli altri di Pinto, Curiale e Curcio e la possibilità di vedere tutti i nuovi (escluso Maldonado) a disposizione. Ecco le sue dichiarazioni:

“Pinto è squalificato, ha rimediato una piccola distorsione al ginocchio e spero recuperi il prima possibile. Per quanto riguarda il mercato abbiamo bisogno di 4 o 5 tasselli, soprattutto dietro, non tanto o non solo a livello qualitativo ma quantitativo. Di mercato non voglio parlare, non sono qui per mettere pressione, ma la squadra per essere completata ha bisogno di altri innesti. Dall’Oglio? Aveva avuto un piccolo problemino e viste le condizioni del campo ho preferito non utilizzarlo. Domani sarà regolarmente a disposizione”

“L’assenza di Maldonado? Avevamo lavorato sul lungo e sul corto in un determinato modo con lui in campo. Stiamo provando altre soluzioni visti i giocatori a disposizione, per esempio mi è piaciuta la personalità con cui è entrato in campo Vicente in un momento complicato. In avanti Sarao e Pecorino hanno caratteristiche che in alcuni momenti ed in alcuni campi possono essere utili, ma tendenzialmente preferisco un tandem offensivo composto da giocatori con caratteristiche diverse”

“Il mio vero debutto è domani, credo che la continuità di una squadra sia fondamentale, spero di portare la mia squadra ad avere un’idea di gruppo, di mentalità, è ovvio che per adesso è una fase embrionale in cui voglio vedere una squadra grintosa che anche nelle difficoltà dimostri di essere squadra”

“La Paganese gioca un calcio ordinato ed ha confermato diversi elementi dello scorso anno. La Serie C è difficile da interpretare, non ci sono le partite difficili o facili, mi preoccupo di come sta la mia squadra mentalmente e fisicamente. Tutti gli avversari sono da rispettare, ma dobbiamo pensare a noi e a dare il massimo. Sono molto fiducioso, il Catania ha un ottimo organico e, se completata potrà dare grandi soddisfazioni”

“Difesa a tre o a quattro? Abbiamo lavorato su entrambe le soluzioni. La linea a tre mi piace perchè permette di palleggiare ed uscire, difensivamente crea più densità anche se mercoledì abbiamo sofferto alcune situazioni. Claiton? Vedremo perchè sarà alla prima ufficiale ed è arrivato solo una settimana fa. Portiere titolare? Vedrete domani. Giovani o esperti per me cambia poco, dipende da ciò che si fa in settimana e da come si entra in campo”

Stefano Auteri

RESPONSABILE Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia. In radio mostra una conduzione elegante e professionale.