Il ruggito del Massimino per ripartire

By
Pubblicato: 10:07 - 24 Febbraio, 2018


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

La settimana nera è trascorsa, adesso non resta che rimboccarsi le maniche e tornare a fare punti. Come accade nella vita, così anche nello sport per superare i momenti bui bisogna aggrapparsi a qualcosa, a qualcuno, ed il Catania ha la sua ancora di salvezza nel Massimino. Si proprio quel Massimino che non sempre quest’anno è stato un fortino inespugnabile, ma che può diventare il punto fermo per ripartire.

7 vitttorie, 3 pareggie e 2 sconfitte. Questo è il ruolino fino ad ora messo a referto in casa dal Catania con la media di 2 punti a partita, ma si può fare ancora di più. Del resto quando parliamo del Massimino parliamo del cuore rossazzurro e per ripartire sarà fondamentale che i tifosi rimangano accanto alla squadra, anche se la partita contro il Siracusa dovesse essere brutta, bloccata e ferma su un parziale non soddisfacente.

La strada è stata imboccata e sarebbe poco produttivo pensare al recente passato. Il Catania è secondo, il Catania ha tutte le carte in regola per disputare un gran finale, a prescindere da Lecce, Trapani e compagnia varia. Il Massimino per riemergere più forti di prima e per ritrovare il collante indispensabile per pensare ancora in grande.