Serie C ai nastri di partenza: analizziamo il mercato delle altre

By
Pubblicato: 18:53 - 16 Agosto, 2019


A meno di 10 giorni dall’inizio del campionato è già tempo di primi bilanci e valutazioni, chiaramente per ciò che riguarda la finestra estiva dei trasferimenti, ben distinto dal giudizio incontestabile che darà il campo. Queste, dunque, le nostre analisi sul mercato operato dalle altre squadre che andranno a comporre il girone C:

AVELLINO: Pochi botti veri e propri per i neo promossi irpini, a causa della difficile situazione societaria, che non ha però escluso qualche colpo interessante dal mercato degli svincolati. Tra gli arrivi più importanti figurano Albadoro, l’ex Sicula Leonzio Laezza e gli esperti Morero e Alfageme, mentre l’unica operazione in uscita è stata Betti. La rosa è ancora un po’ corta, ma c’è il tempo per allungarla.
VOTO: 6

BARI: Eccoci già al tanto decantato “crack” estivo del mercato. Ench’esso matricola in C, il Bari è stato il protagonista assoluto di tutta la terza serie grazie a ben 16 operazioni in entrata, quasi tutte da capogiro; Antenucci, Costa, Folorunsho, D’Ursi tanto per dirne alcuni: facile, verrebbe da dire, quando una Top di Serie A come il Napoli li compra e te li gira gratis, ma i nomi altisonanti vanno poi fatti coesistere in una categoria dannata per una lista infinita di motivi. Sulla carta, resta un mercato eccezionale.
VOTO: 8,5

BISCEGLIE: Tanti nomi in entrata anche per i nerazzurri, intenzionati ad evitare una rocambolesca salvezza come quella della scorsa stagione. Piccinni, Ungaro, Gatto e l’ex Bari Turi i rinforzi più importanti.
VOTO: 6

CASERTANA: Un mercato decisamente più ridimensionato rispetto alla scorsa estate per i campani, che hanno comunque rilanciato con 14 colpi che la C la conoscono bene quali il portiere Crispino, l’esterno Laaribi e Starita, trattenendo i big Castaldo, Zito e D’Angelo.
VOTO: 7

CATANZARO: Altro protagonista della finestra estiva, il Catanzaro di Auteri. Cessioni importanti, su tutti D’Ursi e Furlan, rimpiazzati da Mangni e Di Gennaro, oltre a Martinelli, Nicastro e Pinna. Trasferimenti oculati, messi a disposizione di un tecnico che calcando ancora di più la propria impronta sulla squadra potrebbe rappresentare un pericolo per tutti.
Voto: 7,5

CAVESE: E’ di gran lunga quella che si è mossa di più, per non dire rivoluzionata: 22 giocatori acqustati. Gli ex Catania Lulli e Russotto, ma anche El Ouazni, Di Roberto e Marzorati dalla Juve Stabia. Insomma, con Moriero in panchina, la Cavese ha tutte le carte in regola per mettere in campo un 4-3-3 che sa tanto di sorpresa del campionato.
VOTO: 7

MONOPOLI: Operato senza infamia e senza lode quello dei pugliesi, che nel complesso si sono limitati a sostituire i titolari che sono partiti verso altri lidi, tra cui Scoppa, Gerardi, Mangni e Bacchetti. In arrivo importanti gli arrivi di Fella e Carriero, alla ricerca del riscatto.
VOTO: 5,5

PAGANESE: Acquisti mirati per gli azzurri, che non hanno nessuna intenzione di disputare un campionato simile a quello concluso qualche mese fa. E’ arrivato Caccetta per rinforzare la mediana con quantità ed esperienza, mentre in attacco affidato all’ex Pesaro Diop il compito di metterla dentro.
VOTO: 6

PICERNO: Esordio assoluto in C per i lucani (paese di poco meno di 6000 abitanti), che si sono comunque mossi in vista di un campionato che rappresenta il coronamento di un sogno. In entrata sono arrivati Pane, Caidi e Lorenzini, oltre ad altri profili che conoscono la categoria.
VOTO: 6

Tutte o quasi con idee chiare, tra chi ha voglia di confermarsi, continuare a stupire e chi vuole imporsi…

Foto di: bari.iamcalcio.it