Sottil: “Io sempre dalla parte della stampa. Lodi? Sa trovare la posizione da solo”

By
Pubblicato: 17:54 - 9 Febbraio, 2019


Alla vigilia dell’importante sfida di campionato contro la Casertana, al Massimino, Andrea Sottil ha parlato in conferenza stampa a Torre del Grifo:

Siamo consapevoli di dover fare molto di più, ma non stiamo qua a piangerci addosso, dobbiamo assolutamente svoltare in termini di proposizione del gioco. Domani dovremo farlo perché bisogna vincere contro un avversario tosto, cominciando a far vedere prestazioni di un certo livello con più spavalderia e meno calcoli sulla classifica. Di sicuro il fatto che la Juve Stabia riposi è un’occasione per rosicchiare qualche punto.

La Casertana è una squadra che ultimamente ha fatto una sorta di 4-3-2-1, che ha delle assenze ma anche un giocatore importante come Castaldo che utilizzano molto per fai inserire gli esterni alti. Bisogna stare attenti come sempre, ma abbiamo le qualità per fargli male. Mi riferisco proprio all’essere arroganti lì dove hanno qualche difficoltà.

Prendere una decisione sul posto over? Ciancio sta recuperando dal problema alla schiena. Llama sta avorando per recuperare dai problemi muscolari che ha avuto aggravati anche dall’influenza. Rizzo rientrerà la prossima settimana, abbiamo ancora questo posto libero, stiamo valutando. Ciancio e Llama sono due giocatori con caratteristiche diverse, aspettiamo di avere il quadro completo per decidere.

Io sono sempre dalla parte della stampa, perché fa un lavoro d’informazione importantissimo. Per questo cerco di dare a voi giornalisti gli strumenti per farvi lavorare al meglio, lo dico perché penso che in questo momento dobbiamo essere tutti coesi.

Lodi è un giocatore di grandissima qualità, che sa cercarsi la posizione da solo, ma bisogna essere bravi ad innescarlo. Se riesce a trovare la palla negli ultimi 25 metri diventa letale grazie alla sua verticalità. Chiaramente abbassandolo queste sue geometrie le applica da più lontano. Anche se gli faccio fare il play di centrocampo lui si muove bene per trovare la posizione migliore.

Sui calci piazzati siamo partiti bene in campionato, sbloccando tante partite, perché li ci lavoriamo molto. Abbiamo ottimi saltatori e ottimi battitori: i battitori devono sfruttare l’occasione con precisione, mentre i saltatori devono essere bravi nell’aggredire la porta”.