Taranto-Catania, Baldini non ci sta: “Così fa male, Moro di categoria superiore”

Taranto-Catania, Baldini non ci sta: “Così fa male, Moro di categoria superiore”

Intervenuto al termine della gara persa dal Catania a Taranto, Francesco Baldini, allenatore rossazzurro, ha analizzato il match dello Iacovone.

COSI’ FA MALE – “Sicuramente la gente si è divertita: per non essere frainteso, faccio i complimenti al Taranto per la vittoria perché nonostante le difficoltà e i giocatori fuori, con i giovani ha vinto la partita. La cosa che fa male è aver preso 3 goal e aver subito 2 tiri pericolosi verso la porta. Mi dispiace per i ragazzi: l’ultima partita l’abbiamo persa contro il Foggia a 30 secondi dalla fine causando un calcio di rigore stupido, poi anche oggi, contro il Bari la stessa storia. Fa male: ho avuto la sensazione che potessimo vincere. E’ dura da spiegare, non è semplice”.

SCISSIONE CAMPO ED EXTRACAMPO – “Le vicende societarie? Ci sono state delle dichiarazioni mie che dicevano che avevamo bisogno di chiarezza. da quel momento in poi i ragazzi hanno iniziato a pensare al campo, facendo 7 risultati consecutivi prima di queste 2 sconfitte. I ragazzi hanno imparato a scindere le cose: quelli che sono i discorsi che possono esserci quando non ci alleniamo e quando non giochiamo e il resto”.

LE SCELTE INIZIALI –I cambi? Avevo ragionato sull’intera gara, su chi poteva reggere l’impatto all’inizio e chi mi poteva accelerare la partita nel secondo tempo. Le scelte iniziali erano state fatte perché sapevo che nella ripresa avremmo potuto accelerare la partita: il goal dalla panchina non l’ho visto. Abbiamo preso una marcatura, non ha fatto goal un giocatore alto 1,90, ha fatto un goal un giocatore normale e abbiamo perso punti importanti. Oggi li abbiamo buttati via per l’ennesima volta ed è per questo che dico che mi dispiace per i ragazzi. Abbiamo vinto una partita sporca contro la Vibonese qualche settimana fa e conosco l’importanza dei punti, e me li prendo, ma il calcio è spettacolo”.

SU CECCARELLI E MORO – “Ceccarelli? Ha fatto sicuramente un’ottima partita, ma aggiungo Russini tra i migliori in campo. Moro non ha fatto la sua solita partita, ma viene da un periodo in cui ha fatto una partita e uno spezzone con la Nazionale: di lui si parla tantissimo e l’importanza del goal di oggi è fondamentale, perché anche nella sua “non miglior giornata” riesce a far goal. E’ un ragazzo, per quello che sta facendo, di categoria superiore, ma adesso bisogna farlo crescere: so che non è semplice con questi numeri. E’ un ragazzo pulito, si allenerebbe ogni giorno e a tutte le ore ed è la strada giusta”.

 

Admin