Teramo-Catania 1-1, cronaca e tabellino: Esposito evita l’ennesima sconfitta

By
Pubblicato: 17:19 - 15 Dicembre, 2019


TERAMO-CATANIA 1-1

Un pareggio ai punti giusto quello che il Catania raccoglie a Teramo nell’ultima partita in trasferta in campionato dell’anno, che scongiura l’ennesima sconfitta lontano dalle mura amiche. Primo tempo che non racconta chissà quanto da parte di entrambe le formazioni. I rossazzurri sono poco incisivi e creano soltanto due occasioni con Biondi, che entra in area e conclude di sinistro trovando l’opposizione del muro difensivo, e Mazzarani. Più pericoloso il Teramo: traversa su calcio di punizione dell’ex Bombagi e parata di Furlan sul colpo di testa di Martignago a botta sicura. Piani di Lucarelli complicati ancora di più dall’infortunio di Di Piazza che lascia posto a Barisic in posizione di prima punta.

Succede tutto nel secondo tempo, quando il Teramo riesce a mettere più pressione agli ospiti che in realtà si mettono in pericolo anche da soli perdendo brutti palloni a centrocampo: ci provano Mungo e Martignago ma Furlan sembra essere in giornata e si supera mantenendo lo 0-0. Passa la paura e il Catania comincia a prendere campo ma senza creare particolari pericoli, ma subendo addirittura la rete proprio nel momento migliore per mano di Bombagi, su punizione al 78’. Il Catania non si scompone, però, e si mette in formazione super offensiva con gli ingressi di Catania e Sarno: il pareggio arriva quattro minuti dopo sugli sviluppi di un calcio di punizione, Sarno mette in mezzo e in mischia Esposito ristabilisce la parità. Quasi allo scadere il Catania ha pure l’occasione di portarsi avanti in contropiede con Sarno, che però sbaglia i tempi delle scelte e non mette K.O. il Teramo. Pareggio tutto sommato giusto e positivo, considerato come si erano messe le cose per il Catania di Lucarelli, ora a quota 28 punti in classifica.

CRONACA

– promo tempo –

4′ – Il primo tiro della partita è del Teramo, con Martignago, che però non inquadra la porta

8′ – Palo dei rossazzurri sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma il gioco era fermo per fallo in attacco

9′ – Arrigoni dalla distanza, pallone che si spegne ancora alla sinistra di Furlan

20′ – Partita un po’ bloccata: il Catania cerca di tenere il possesso ma senza rendersi pericoloso

21′ – La crea adesso l’occasione la squadra di Lucarelli, con Biondi che si incunea in area, conclude di sinistra ma il tiro viene murato

32′ – Grossa occasione per i padroni di casa, su punizione battuta benissimo da Bombagi. È la traversa a dire di no.

33′ – Ancora occasione per il Teramo, stavolta su azione, che vede Martignago non riuscire a colpire di testa su cross da pochi passi

37′ – È in difficoltà il Catania, che subisce ancora su calcio piazzato dalla trequarti. Martignago colpisce di testa ma Furlan si oppone.

45′ – Si vedono gli ospiti in chiusura di promo tempo con una bella azione partita da sinistra con Pinto e conclusa a destra da Mazzarani, ma il tiro è debole e si spegne tra le braccia di Tomei

– secondo tempo –

48’ – Cross di Costa Ferreira da destra, blocca Furlan in presa sicura a terra

55’ – Esposito perde un brutto pallone a centrocampo e lancia il contropiede del Teramo, il tiro di Martignago è neutralizzato da Furlan.

56’ – Ancora protagonista il portiere etneo, finora il migliore in campo, che si supera stavolta su Mungo. Il Catania adesso soffre.

58’ – Colpo di testa di Silvestri su calcio d’angolo, ma il tentativo è troppo debole e centrale

62’ – Ci prova da fuori Mazzarani, che stoppa da sinistra il pallone, si accentra, e conclude sul primo palo non trovando di poco lo specchio

72’ – Il Catania non soffre più e anzi gioca nella metà campo avversaria: Dall’Oglio mette un pallone in mezzo dall’area piccola senza trovare la deviazione di un compagno

78’ – GOL! La bloccano un po’ a sorpresa i padroni di casa proprio nel momento migliore dei rossazzuri. A segnare è bombagi su calcio di punizione dal limite.

82’ – GOL! PAREGGIA IL CATANIA! Insacca Esposito sugli sviluppi di un calcio di punizione ristabilendo la parità. Prima marcatura stagionale per lui.

89’ – Occasione enorme per i rossazzurri che sprecano un contropiede regalato: Sarno se ne va dalla sinistra, sceglie di non cercare la porta da solo ma aspetta l’arrivo di un compagno e lo serve quando è ormai rientrato il centrale avversario. È solo calcio d’angolo.

IL TABELLINO

TERAMO (4-3-2-1): Tomei; Cancellotti, Piacentini, Iotti (85’ Soprano), Tentardini; Mungo (87’ Cappa), Arrigoni, Santoro (66’ Minelli); Costa Ferreira, Bombagi; Martignago (66’ Magnaghi).

A disp. Lewandowski, Valentini, Florio, Angeletti, Viero, Birligea.

All. Bruno Tedino

CATANIA (4-2-3-1): Furlan; Calapai, Silvestri, Esposito, Pinto; Dall’Oglio, Rizzo (81’ Bucolo); Biondi (81’ Catania), Mazzarani (75’ Curiale), Di Molfetta (81’ Sarno); Di Piazza (35′ Barisic). 

A disp. Martinez, Noce, Marchese, Bucolo, Biagianti, Llama.

 All. Lucarelli.

ARBITRO: Nicolò Marini di Trieste (Rinaldi-Lattanzi).

MARCATORI: Bombagi 78’ (TER); Esposito 82’ (CAT)

AMMONITI: Arrigoni, Mungo, Santoro (TER); Mazzarani, Rizzo, Silvestri (CAT)