Top Player, Di Piazza: una corsa verso il sogno

By
Pubblicato: 10:06 - 23 Maggio, 2019


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Di Piazza corre, corre e ancora corre. Di Piazza segna, segna e ancora segna. Se c’è un trascinatore in questi play off è sicuramente lui, un attaccante magari non sempre presente nell’arco della partita, ma capace di incidere nei momenti cruciali e arrivare lì dove molti altri invece non credono sia possibile. Una corsa, un sussulto e un boato, quelli di ieri sera, che difficilmente verranno scordati dal popolo rossazzurro, perchè benchè si trattasse di un quarto di finale, in realtà la sua rete ha provocato una gioia ed un entusiasmo che potrebbero avere strascichi positivi anche più avanti.

Impossibile non premiarlo come migliore in campo, non solo per il gol (che già un discreto peso ha avuto), ma soprattutto per la voglia di crederci fino in fondo che ha comunicato con il suo pressing e con la tenacia. Quattro reti delle sei siglate negli spareggi portano il suo zampino, e se c’è un fattore su tutti che sta diventando devastante è proprio Matteo Di Piazza. Certo se avesse colpito con più decisione nel primo tempo nell’uno contro uno con Ioime magari avrebbe fatto soffrire un po’ meno tutto il Massimino, ma diciamo che così è stato tutto più “romantico”. Numeri importanti, anche quelli di ieri sera con dieci palle giocate, quattro tiri in porta e 2 dribbling che hanno creato la superiorità numerica, al cospetto di sole due palle parse e tanti inserimenti in verticale soprattutto nel primo tempo.

Insomma Di Piazza c’è, e soprattutto come direbbero negli States “is on fire”, è il suo momento, è caldo e quando ha l’occasione giusta difficilmente la sbaglia. Altrettanto vero è, però, che da solo non può conquistare la Serie B, ma servirà un apporto migliore in avanti da parte di tutti, chi dal primo minuto e chi dalla panchina e soprattutto la stessa voglia costante dimostrata dal 32. Top player, top scorer nei play off, e acquisto di gennaio che alla lunga sembra rivelarsi davvero molto azzeccato.