Top Player: un amore infinito, in tutte le sue forme…

By
Pubblicato: 12:06 - 14 Febbraio, 2020


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Chi è stato il migliore in campo ieri contro la Ternana? C’è chi potrebbe dire Biondi con le sue incursioni; chi potrebbe sostenere che l’esordio di Beleck sia stato affascinante; chi essere ammaliato dall’intensità di Rizzo; ma in realtà oggi è il 14 febbraio ed un impeto di romanticismo invade anche noi che non possiamo rimanere passivi davanti all’abbraccio tra tifosi e squadra. Sdenken Vonion diceva “non cercate l’amore nei giorni spensierati, in quei momenti sarà facile trovarlo. Il vero amore lo percepirete nella noia e nella disperazione, perchè potremo vivere con chiunque nella gioia, ma solo con chi amiamo potremo farlo nella difficoltà”. Mai parole sono sembrate più appropriate al momento in cui versa l’universo del tifo rossazzurro, dilaniato dal contrasto fra razionalità e istinto, presenza e assenza, speranza e preoccupazione, amore e odio.

Nel momento più buio, però, in un giorno in cui l’alba ha generato pensieri oscuri, il Massimino ha dimostrato tutto il suo cuore verso chi in campo ha corso e lottato, cercando di rendere più lieve una situazione paradossale e provando a materializzare quello che obiettivamente poteva essere solo un miracolo. La scena finale degli applausi e dei cori al gruppo rossazzurro riunito intorno a Lucarelli deve rimanere sicuramente indelebile nella mente, anche se non deve totalmente offuscare le altre facce dell’amore. Eh sì perchè in amore c’è chi è capace di gesti folli e indelebili, ma c’è anche chi ama con la forza della perseveranza  e della quotidianità, e chi proprio per il troppo amore non riesce a stare accanto alla persona amata per paura di farle del male. Ogni forma di amore deve essere rispettata, soprattutto nel momento in cui la manifestazione dello stesso viene messa in discussione a causa di contingenze esterne preoccupanti, costanti e pericolose per la prosecuzione della relazione.

Insomma oggi ogni tifoso rossazzurro ama a suo modo, ma di certo ama, e questa passione è l’unica ancora a cui appigliarsi perchè sarà sempre presente a prescindere da categorie e protagonisti, in campo e fuori. Si dovrà dosare ancora una volta amore, pazienza, razionalità e lucidità, non sarà facile, ma l’amore maturo è proprio questo. Ecco la dose di romanticismo quotidiana si è esaurita, ritorna il momento dell’analisi e del racconto dei crudi fatti, in attesa di un’alba serena e rasserenatrice.